Roma Fiction Fest 2016: Good Behavior

0
30

La serie thriller tratta dai racconti di Blake Crouch approda al festival

La letteratura continua ad ispirare il cinema e soprattutto la televisione. Questo è sicuramente il caso di Blake Crouch, lo scrittore americano che ha visto il suo romanzo Wayward Pines diventare una serie TV di successo e che, ancora una volta, è approdato sul piccolo schermo grazie a Good Behavior.

La serie, tratta dai racconti di Crouch sulle vicende di Letty Dobesh, è stata presentata alla stampa questa mattina, al Roma Fiction Fest.

L’attrice Michelle Dockery (Downton Abbey) interpreta Letty Dobesh, una truffatrice appena uscita dal carcere, che sta cercando di rimettere in piedi la propria vita: segue un programma di riabilitazione per disintossicarsi da alcol e droga, allo scopo di ottenere di nuovo la custodia del figlio di 10 anni, al momento sotto tutela della nonna. Ma Letty non riesce facilmente a lasciarsi alle spalle il proprio passato e, proprio durante uno dei suoi furti in albergo, è costretta a nascondersi in un armadio per non essere scoperta: la truffatrice assiste alla conversazione tra un sicario di nome Javier e un suo cliente, che lo incarica di uccidere sua moglie. Nel tentativo di evitare l’omicidio, Letty rimarrà catturata dal fascino di Javier e intreccerà con lui una relazione tanto intrigante quanto pericolosa, che avrà inevitabili ripercussioni sulla sua vita.

Il pilot di Good Behavior ha tutti gli ingredienti per piacere al pubblico italiano: azione, suspense, sensualità e una colonna sonora che sostiene magistralmente il ritmo narrativo, descrivendo il personaggio di Letty e accompagnando ogni suo gesto.

Michelle Dockery è perfetta nei panni della dark lady e dà al personaggio numerose sfaccettature, la cui resa è valorizzata anche dall’ottima regia di Charlotte Sieling.

Ma tutti questi pregi potrebbero rivelarsi anche controproducenti, poiché la prima puntata è costruita con una dovizia di dettagli quasi cinematografica: per quanto tempo Good Behavior riuscirà a mantenere un così alto livello di cura? Molto dipenderà dall’abilità degli sceneggiatori (lo stesso Crouch insieme a Chad Hodge) di rendere sul piccolo schermo l’intensità dei racconti. Per ora sappiamo che la serie, trasmessa negli Stati Uniti dal canale TNT, ha avuto una buona accoglienza.

Il protagonista maschile, lo Javier interpretato dall’affascinante Juan Diego Botto, sarà sul red carpet del Roma Fiction Fest in occasione dell’anteprima italiana, che si terrà questa sera alle 19:30 presso il cinema Warner Space Moderno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here